Sospensione della carta di circolazione

 
Vediamo quando e' possibile la sospensione della carta di circolazione. Come linea di principio e' prevista in tutti i casi in cui il veicolo sia utilizzato in modo diverso da quello indicato sulla carta stessa.
Per quanto riguarda le infrazioni, in base alla loro gravita', la carta di circolazione verra' inviata all'Ufficio provinciale del Dipartimento dei Trasporti Terrestri, che emana l'ordinanza di sospensione per un periodo di tempo compreso tra un minimo di 1 mese ad un massimo di 8, 12 in caso di recidiva.

In quali casi e' prevista la sospensione?

  • utilizzo di un veicolo per una destinazione o uso diversi da quelli indicati sulla carta di circolazione (da 1 a 6 mesi, da 6 a 12 per recidiva);
  • destinazione a locazione senza conducente di un veicolo non destinato a tale uso (da 2 a 8 mesi);
  • destinazione a noleggio con conducente di un veicolo non destinato a tale uso (da 2 a 8 mesi).
 
 

Sequestro e confisca del veicolo

 
In alcuni casi oltre alla sospensione della carta di circolazione e' previsto anche il sequestro del veicolo.
E' disposto il sequestro del veicolo circolante se:
  • se un veicolo a motore e' posto in circolazione senza essere coperto dalla assicurazione obbligatoria.
  • se si guida un taxi senza essere muniti della relativa licenza;
  • se si circola con un veicolo per il quale non sia stata rilasciata la carta di circolazione;
  • se si circola con un veicolo munito di targa non propria o contraffatta;
  • se si guidano autoveicoli o motoveicoli senza aver conseguito la patente di guida o con patente revocata o non rinnovata per mancanza dei requisiti prescritti.